• 22/07/2014 A volte la megalomania cementificatoria colpisce anche le piccole località e ne deturpano l’ANIMA …...Leggi
    22/07/2014 Eternit, il dramma di Casale Monferrato diventa un film...Leggi
    22/07/2014 Il Monte delle Tane nell’appenino delle 4 province in Alta Val Trebbia è stato deturpato da lavori discutibili...Leggi
    22/07/2014 Il Parco nazionale svizzero nel Canton Grigioni, compie 100 anni. Il primo parco nazionale delle Alpi ......Leggi
    22/07/2014 In Italia sono numerose le brutali pratiche nella gestione del verde pubblico, come evitarle...Leggi
    22/07/2014 La colomba migratrice è un caso eclatante di una specie numerosissima che in pochi decenni si è estinta ......Leggi
    22/07/2014 Non si cementificherà ai piedi del Monte Orfano (BS). Il Comitato locale ha vinto il ricorso al TAR...Leggi
    22/07/2014 Petizione per impedire il Commissariamento dell’Agenzia Conservatoria delle coste della Sardegna .......Leggi
    22/07/2014 Se ami il mare non trasferirti in questi Paesi, sono troppo inquinati...Leggi
    22/07/2014 Senza freni il declino delle riserve ittiche nel Mediterraneo...Leggi
    22/07/2014 Si diffonde l’uso di esche velenose per derattizzare aree urbane, ma il sistema è pericoloso per animali domestici e bambini...Leggi
    22/07/2014 L’isola di plastica individuata nell’Oceano Pacifico è solo l’1% di quella riversata in mare, dov’è finita? ...Leggi
    22/07/2014 175 sostanze chimiche con note caratteristiche di pericolosità vengono utilizzate nelle confezioni per gli alimenti...Leggi
    22/07/2014 Ambiente e salute non possono permettersi il carbone: il caso di Savona...Leggi
    22/07/2014 Continuano i dibatitti sulla discarica di Spinetta Marengo (AL) per le sue criticità ed ambiguità...Leggi
    22/07/2014 I cinghiali ormai sono i principali fruitori dei territori appenninici, il caso dell’Alta Val Trebbia...Leggi
    22/07/2014 In vista dell’EXPO Milano la Cerchia dei Navigli sarà a velocità ridotta, cioé ZONA30...Leggi
    22/07/2014 La missione di Legambiente Goletta Verde rivela le criticità dei laghi laziali dovute ad inquinamento ......Leggi
    22/07/2014 Per le scorie servono siti permanenti. In Italia abbiamo solo depositi temporanei pericolosi: Saluggia ......Leggi
    22/07/2014 Polo chimico di Spinetta Marengo, il Pubblico Ministero chiede la condanna degli otto imputati a .......Leggi
    22/07/2014 Si sospetta che anche per la rarefazione delle rondini la causa sia la stessa che per le api, i pesticidi neonicotinoidi...Leggi
    22/07/2014 Un canale transoceanico finanziato dai cinesi sarà costruito in Nicaragua sfruttando il bacino del lago omonimo...Leggi
    Created by wp news slider
  • News da Accademia del Monferrato
  • Provincia di Alessandria
    Fondazione CRT
  • Partnership

    • Partner USEMLAB di Torino

      Le vere cause della crisi economica internazionale e del degrado ambientale. Leggete l’esaustiva analisi storica e scientifica esposta da uno ...

    • Patria Montisferrati

      E’ nata da un paio di anni “Patria Montisferrati”, la rubrica storica di Casale News, uno dei siti di informazione ...

    • Partnership con Gevam

      Il Gruppo Gevam Onlus da oltre un anno ha variato denominazione. Il significato dell’acronimo G.E.VA.M. è divenuto “ Gruppo Ecoculturale ...

    • Partnership con la Società Storica Vercellese

      L’Accademia Ambientale del Monferrato (AAM – Gevam Onlus) in partnership con la Società Storica Vercellese (SSV) ha recentemente completato un ...

Accademia

Presentazione Progetto
Accademia Ambientale del Monferrato.

L’Accademia Ambientale del Monferrato (AAM) è un progetto sviluppato dal Gruppo Gevam Onlus come naturale proseguimento dell’esperienza maturata col Centro di Formazione Ambientale del Monferrato avviato nel 2004, rappresentando una sua trasformazione evolutiva, che dovrebbe prendere forma nel corso del 2009, in occasione della ricorrenza dei 15 anni dalla costituzione formale del Sodalizio (fondato a Casale Monferrato nel maggio del 1994) cercheremo di rendere pubblico il sito web che è in fase di sviluppo ed aggiornamento progressivo (work in progress), che troverete all’indirizzo: http://www.accademiadelmonferrato.com .

L’AAM si avvarrà di un Comitato Tecnico Scientifico ed un Corpo Docente e di Relatori di notevole valore, con esponenti non solo monferrini ma di provenienza e di profilo nazionale ed internazionale, esperti in diverse discipline scientifiche interconnesse e di utilità sociale. Le comunicazioni interne avverranno soprattutto ricorrendo alla tecnologia, quindi con modiche spese ed in tempo reale, mentre verso l’esterno si ricorrerà soprattutto alle newsletter on line ed aggiornamento del sito web.

Il riferimento al Monferrato, è inteso in senso storico culturale, esteso quindi come operatività a quelli che erano i suoi massimi confini ed aree di influenza politica nel corso degli oltre sette secoli di esistenza come stato autonomo tra l’alto Medioevo ed il Rinascimento, interessando pertanto ben tre regioni e 12 province attuali, oltre alla regione Euro Mediterranea nella quale le tre dinastie che hanno governato il Monferrato hanno inciso notevolmente a livello storico, culturale ed evolutivo.

Il compito precipuo dell’Accademia è studiare, proporre ed approfondire le correlazioni e interconnessioni tra ETICA, ECONOMIA ED ECOLOGIA, dimostrando che non sono affatto contrapposte ed inconciliabili, ma che anzi costituiscono le basi per un necessario ed improcrastinabile rinnovamento della nostra società, a tutti i livelli, sociopolitici e produttivi. L’approccio dell’Accademia sarà multidisciplinare e sinergico, alla ricerca di partnership estese e consolidate e rappresentative della società civile, purché dotate di presupposti ed obiettivi condivisi, ed operanti nell’ambito delle discipline storico culturali ed economico ecologiche, con particolare attenzione alle potenzialità di crescita del turismo culturale e sociale di qualità.

Il sito che stiamo approntando sarà un punto di riferimento per tutti coloro che vorranno essere costantemente aggiornati su tutte le notizie ambientali e socio-culturali correlate (con particolare riferimento all’Euroregione Alpi – Mediterraneo ed all’Insubria), oltre che per essere informati sulle iniziative accademiche, che ovviamente saranno proporzionali alle risorse di cui disporremo, non essendo sufficiente la sola volontà e determinazione.

Euroregione Alpi - Mediterraneo

Euroregione Alpi - Mediterraneo

Territorio: 5 Regioni e 28 Province
Superficie: 109,2 mila kmq
Popolazione: 16,8 milioni
Pil: 432 miliardi di euro
Imprese: 1.297.375

La storica newsletter del Gevam, che ormai ha superato i dodici anni di vita, diverrà espressione congiunta sia dello storico sodalizio che dell’AAM con qualche adattamento e cambiamento. L’AAM disporrà anche di una sua newsletter specifica aperiodica con la quale si darà voce a coloro che hanno qualcosa di interessante ed innovativo da proporre, ed esprimere e che difficilmente riescono ad accedere ai media tradizionali, come nostra tradizione da sempre. Le news che saranno inviate saranno di informazione storico-culturale-ambientale, con particolare riferimento all’Euroregione Alpi – Mediterraneo (Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Rodano-Alpi) ed alI’Insubria (che comprende anche la Svizzera Italiana). La selezione e proposta delle news terrà conto sia della provenienza ed interesse inerente l’area indicata, sia soprattutto l’ispirazione fornibile e l’applicabilità come modello replicabile nell’area, pur coi necessari accorgimenti ed adattamenti.

Insubria - Mappa

Insubria - Mappa

In particolare concentreremo i nostri sforzi nel divulgare teorie, studi e ricerche ed iniziative afferenti le scuole di pensiero inerenti l’etica economica e l’etica ecologica, che in alcuni casi hanno addirittura un back ground plurisecolari, ma che contrastando che le scelte effettuate dalle élite al potere, non hanno trovato ascolto ed applicazione, o sono state censurate ed emarginare, pur essendo ottime alternative al sistema economico dominante che si è rivelato scandaloso e fallimentare e che ci ha portato ad una crisi di una gravità estrema da essere paragonabile solo alla Grande Depressione del ’29-33, crisi peraltro prevista da diversi esponenti della Scuola Economica Austriaca che l’AAM intende proporre e valorizzare.

Le attività del Gruppo Gevam Onlus confluiranno e si identificheranno gradualmente nell’AAM, che diverrà pertanto l’attività prevalente, evitando dispersioni e confusioni di ruoli. Tutti i siti del network saranno conservati nel sito dell’AAM ed accessibili tramite link interno, tutti gli altri precedenti indirizzi Internet tramite redirect saranno automaticamente indirizzati all’unico sito dell’AAM. Rimarrà ancora in vita solo il sito ufficiale del Gruppo Gevam Onlus che sarà finalmente aggiornato entro alcune settimane (http://www.gevam.it ).

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline