• 28/08/2014 Appello per i parchi regionali del Piemonte ...Leggi
    28/08/2014 Lombardia sempre peggio: oltre al cemento arriva la legge “Ammazzaforeste” ...Leggi
    28/08/2014 5 nni dopo il grande incendio boschivo che ha devastato la Sardegna al processo non siamo neppure ......Leggi
    28/08/2014 Il CFS rischia di essere smembrato, sarebbero ben altri gli enti inutili su cui intervenire …...Leggi
    28/08/2014 In difesa dei Giardini Reali di Torino: NO al parcheggio sotterraneo!...Leggi
    28/08/2014 L’ Università di Siena, in collaborazione con la Marina Militare, analizzerà le foci del Tevere e dell’Arno ......Leggi
    28/08/2014 Sintesi dell’Annuario dei dati ambientali e del Rapporto Rifiuti dell’Ispra...Leggi
    28/08/2014 Terzo Valico. Si è conclusa la mattinata di tensione tra manifestanti No Tav e forze dell’ordine...Leggi
    28/08/2014 «No allo smembramento del Corpo Forestale dello Stato». Lettera delle associazioni a Parlamento e Governo...Leggi
    28/08/2014 Certe epidemie sono dovute ad eventi casuali e non a mutazioni genetiche o particolare virulenza...Leggi
    28/08/2014 La quantità di mercurio negli oceani è triplicato durante l’era industriale...Leggi
    28/08/2014 Polveri sottili che innescano Malattie, nanopatologie, scie chimiche, trattamento dei rifiuti, uranio impoverito… ...Leggi
    28/08/2014 Sabato 20 settembre a Roma l’assemblea nazionale del Forum Salviamo il Paesaggio...Leggi
    28/08/2014 Si stima che ogni secolo e mezzo una potente tempesta solare potrebbe colpire la terra, stavolta con gravi danni...Leggi
    28/08/2014 Sono in commercio le tegole antismog...Leggi
    28/08/2014 Un’idea dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics per scoprire forme di vita aliene ......Leggi
    Created by wp news slider
  • News da Accademia del Monferrato
  • Provincia di Alessandria
    Fondazione CRT
  • Partnership

    • Partner USEMLAB di Torino

      Le vere cause della crisi economica internazionale e del degrado ambientale. Leggete l’esaustiva analisi storica e scientifica esposta da uno ...

    • Patria Montisferrati

      E’ nata da un paio di anni “Patria Montisferrati”, la rubrica storica di Casale News, uno dei siti di informazione ...

    • Partnership con Gevam

      Il Gruppo Gevam Onlus da oltre un anno ha variato denominazione. Il significato dell’acronimo G.E.VA.M. è divenuto “ Gruppo Ecoculturale ...

    • Partnership con la Società Storica Vercellese

      L’Accademia Ambientale del Monferrato (AAM – Gevam Onlus) in partnership con la Società Storica Vercellese (SSV) ha recentemente completato un ...

Elettrosmog: Wind chiede la sospensiva del regolamento. Duro confronto tra il Comune di Ovada (AL) e i gestori di telefonia mobile che vorrebbero installare antenne (SRB) in centro città

News

Elettrosmog: Wind chiede la sospensiva del regolamento. Duro confronto tra il Comune di Ovada (AL) e i gestori di telefonia mobile che vorrebbero installare antenne (SRB) in centro città
Fonte: Alessandria News http://www.alessandrianews.it
Per poter installare l’antenna che il Comune e il Comitato non vogliono veder nascere accanto a corso Saracco
Il duro confronto tra il Comune di Ovada e i gestori di telefonia mobile si arricchisce di un nuove capitolo. Dopo che H3G ha impugnato l’ultima versione del regolamento per l’installazione di antenne su suolo cittadino, è Wind a rifarsi viva per il braccio di ferro riguardante l’antennone che dovrebbe nascere nell’area adiacente a corso Saracco. La multinazionale ha presentato ricorso al Tar del Piemonte per l’annullamento dell’atto di diniego e dello stesso regolamento comunale che, a detta del gestore, impedirebbe, di fatto, l’istallazione delle antenne in centro città. Dopo che nell’estate 2011 l’Amministrazione aveva espresso il primo no alla richiesta, sarà quindi il tribunale amministrativo a permettere l’installazione oppure decidere di analizzare la pratica e valutare nei giusti tempi le posizioni dei due contendenti.
“Sarà intrapresa ogni strada possibile per garantire il rispetto del regolamento comunale – spiega l’assessorato all’Ambiente del Comune di Ovada, (la competenza è di Paolo Lantero – espresso dalla volontà del Consiglio. Siamo purtroppo consapevoli, come già più volte ribadito, dei limiti che la normativa nazionale e regionale impongono all’autonomia degli Enti Locali in questo specifico campo”. Redazione – redazione@ovadaonline.net

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline