• 22/07/2014 A volte la megalomania cementificatoria colpisce anche le piccole località e ne deturpano l’ANIMA …...Leggi
    22/07/2014 Eternit, il dramma di Casale Monferrato diventa un film...Leggi
    22/07/2014 Il Monte delle Tane nell’appenino delle 4 province in Alta Val Trebbia è stato deturpato da lavori discutibili...Leggi
    22/07/2014 Il Parco nazionale svizzero nel Canton Grigioni, compie 100 anni. Il primo parco nazionale delle Alpi ......Leggi
    22/07/2014 In Italia sono numerose le brutali pratiche nella gestione del verde pubblico, come evitarle...Leggi
    22/07/2014 La colomba migratrice è un caso eclatante di una specie numerosissima che in pochi decenni si è estinta ......Leggi
    22/07/2014 Non si cementificherà ai piedi del Monte Orfano (BS). Il Comitato locale ha vinto il ricorso al TAR...Leggi
    22/07/2014 Petizione per impedire il Commissariamento dell’Agenzia Conservatoria delle coste della Sardegna .......Leggi
    22/07/2014 Se ami il mare non trasferirti in questi Paesi, sono troppo inquinati...Leggi
    22/07/2014 Senza freni il declino delle riserve ittiche nel Mediterraneo...Leggi
    22/07/2014 Si diffonde l’uso di esche velenose per derattizzare aree urbane, ma il sistema è pericoloso per animali domestici e bambini...Leggi
    22/07/2014 L’isola di plastica individuata nell’Oceano Pacifico è solo l’1% di quella riversata in mare, dov’è finita? ...Leggi
    22/07/2014 175 sostanze chimiche con note caratteristiche di pericolosità vengono utilizzate nelle confezioni per gli alimenti...Leggi
    22/07/2014 Ambiente e salute non possono permettersi il carbone: il caso di Savona...Leggi
    22/07/2014 Continuano i dibatitti sulla discarica di Spinetta Marengo (AL) per le sue criticità ed ambiguità...Leggi
    22/07/2014 I cinghiali ormai sono i principali fruitori dei territori appenninici, il caso dell’Alta Val Trebbia...Leggi
    22/07/2014 In vista dell’EXPO Milano la Cerchia dei Navigli sarà a velocità ridotta, cioé ZONA30...Leggi
    22/07/2014 La missione di Legambiente Goletta Verde rivela le criticità dei laghi laziali dovute ad inquinamento ......Leggi
    22/07/2014 Per le scorie servono siti permanenti. In Italia abbiamo solo depositi temporanei pericolosi: Saluggia ......Leggi
    22/07/2014 Polo chimico di Spinetta Marengo, il Pubblico Ministero chiede la condanna degli otto imputati a .......Leggi
    22/07/2014 Si sospetta che anche per la rarefazione delle rondini la causa sia la stessa che per le api, i pesticidi neonicotinoidi...Leggi
    22/07/2014 Un canale transoceanico finanziato dai cinesi sarà costruito in Nicaragua sfruttando il bacino del lago omonimo...Leggi
    Created by wp news slider
  • News da Accademia del Monferrato
  • Provincia di Alessandria
    Fondazione CRT
  • Partnership

    • Partner USEMLAB di Torino

      Le vere cause della crisi economica internazionale e del degrado ambientale. Leggete l’esaustiva analisi storica e scientifica esposta da uno ...

    • Patria Montisferrati

      E’ nata da un paio di anni “Patria Montisferrati”, la rubrica storica di Casale News, uno dei siti di informazione ...

    • Partnership con Gevam

      Il Gruppo Gevam Onlus da oltre un anno ha variato denominazione. Il significato dell’acronimo G.E.VA.M. è divenuto “ Gruppo Ecoculturale ...

    • Partnership con la Società Storica Vercellese

      L’Accademia Ambientale del Monferrato (AAM – Gevam Onlus) in partnership con la Società Storica Vercellese (SSV) ha recentemente completato un ...

Goletta Verde: Stop a nuovi porti in Calabria! Non servono altri 15.000 posti barca, sono solo un alibi per costruire strutture commerciali, alberghiere e residenziali

News

Goletta Verde: Stop a nuovi porti in Calabria! Non servono altri 15.000 posti barca, sono solo un alibi per costruire strutture commerciali, alberghiere e residenziali
Fonte: Greenreport http://www.greenreport.it
I porti turistici «Un escamotage per costruire enormi strutture commerciali e ricettive»
Attualmente in Calabria ci sono ufficialmente 5.300 posti barca, con un rapporto di 7,2 posti barca per km di costa, le pianificazioni indicate nel Masterplan 2011 della Regione Calabria per lo sviluppo della portualità regionale, prevedono di aggiungere altri 15.000 posti barca per arrivare a circa 21 per km di costa. Goletta Verde nella sua tappa in Calabria si è chiesta se «Questi nuovi interventi siano davvero una chiave di volta indispensabile per lo sviluppo economico della regione o se portino semplicemente nuove entrate al già cospicuo ciclo del cemento».
Per questo gli ambientalisti hanno organizzato a Cetraro, l’iniziativa “La Calabria e la Portualità Sostenibile” sul futuro della diportistica regionale, invitando al dialogo ed al confronto i sindaci dei comuni della costa tirrenica. «Abbiamo voluto parlare di portualità in Calabria – ha detto Nunzio Cirino Groccia della segreteria nazionale Legambiente – perché quello a cui stiamo assistendo negli ultimi anni, in termini di proposte di nuovi porti e allargamento di quelli già esistenti, ci sembra non sia in totale sinergia con lo sviluppo sostenibile di questo territorio. 21 posti barca ogni chilometro, in totale 15.000 su tutta la costa, ci sembrano davvero tanti, un numero sicuramente sovradimensionato rispetto alle esigenze dei diportisti.
Quello che ci preoccupa maggiormente è che la tendenza della portualità in questo momento a livello nazionale, non sia più sinonimo dell’offerta di posti barca e servizi ai diportisti ma un escamotage per costruire enormi strutture commerciali e ricettive che poco hanno a che fare con il mare e molto con la speculazione edilizia e nuove colate di cemento sulla costa».
Il Masterplan regionale prevede l’ampliamento del porto di Diamante con un totale di 425 posti barca. Legambiente spiega che «Nel 2009 è stata rilasciata la concessione demaniale marittima per consentire i lavori di ristrutturazione e completamento. Recentemente sono ripartiti i lavori a seguito del sostegno finanziario. Nel 2012 è stata proposta una variante del progetto iniziale che, a fronte di un incremento dell’investimento, prevede un consistente allungamento della durata della concessione. Questa dotazione si andrebbe a sommare con quella degli altri porti calabresi dell’Alto Tirreno (es. Cetraro con 500 posti barca, Paola con 500 posti barca previsti e Scalea con 300 posti barca). Ciò comporterebbe nuove colate di cemento sulla costa che risulta legittimo chiedersi quanto siano necessarie».
Gli ambientalisti fanno anche l’esempio della progettazione del Porto Turistico di Amantea: «Un’operazione che oltre al porto in senso stretto, prevede ingenti interventi infrastrutturali ed immobiliari. Nel dettaglio, ben 21.752 mq, saranno edificati per servizi adibiti al commercio, 19.783 mq saranno per residenze, 13.903 mq adibiti a strutture ricettive mentre 16.946 sono le metrature quadrate adibite a servizi previsti per il porto, con un numero totale di 1.005 posti barca. La realizzazione di questa serie di interventi comporterà un completo cambiamento dell’intera area portuale, con relative conseguenze sul paesaggio e sui fenomeni naturali che lo riguardano».
Giuseppe Toscano, direttore di Legambiente Calabria, ha sottolineato che «Il nuovo Masterplan regionale che prevede ampliamenti e nuove realizzazioni correlate da ennesimi manufatti in cemento sulle nostre coste ci appare uno strumento che non ha nulla a che vedere con lo sviluppo economico e turistico di cui questa Regione avrebbe bisogno. Anche gli ultimi dati di Assomarinas evidenziano una flessione tra il 15% e il 20% del turismo italiano da diporto ed inoltre nuovo cemento sulle coste andrebbe ad aggravare la drammatica situazione dell’erosione costiera che interessa il territorio regionale. Ci opponiamo a questo Masterplan, che ci sembra l’ennesimo scacco alla Calabria, e per questo chiediamo fortemente alla Regione Calabria di rivederlo integralmente e mettersi in linea con uno sviluppo turistico realmente sostenibile. In quest’ottica chiediamo che avvenga una rigorosa analisi e lo stop a opere portuali inutili alla collettività e dannose per l’ambiente».

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline