• 25/10/2014 Al Parco Regionale Capanne di Marcarolo sull’Appennino piemontese si studia il valore della biodiversità...Leggi
    25/10/2014 Dopo 8 anni la Commissione Europea ha preso la decisione di ritirare la proposta di direttiva UE sul suolo...Leggi
    25/10/2014 La perfida pericolosa abitudine di bruciare rifiuti è un fenomeno globale...Leggi
    25/10/2014 La ricetta per “sbloccare l’Italia” è una selvaggia deregulation a favore dei cementificatori...Leggi
    25/10/2014 L’allarme degli esperti: è l’uso dei disseccanti chimici ad uccidere gli ulivi...Leggi
    25/10/2014 Sono 1.476 i siti in Piemonte inseriti nell’anagrafe italiana delle aree contaminate e compromesse dal punto di vista ambientale....Leggi
    25/10/2014 Terna col suo elettrodotto vuole fagocitare 100mila mq del Parco Sud Milano, proteste di agricoltori ed ambientalisti...Leggi
    25/10/2014 Un ottimo ed esaustivo articolo spiega cosa sia l’obsolescenza programmata all’origine del consumismo...Leggi
    25/10/2014 A volte le specie alloctone invasive provocano l’accelerazione evolutiva delle specie autoctone per sopravvivere …...Leggi
    25/10/2014 Alla piena del Trebbia contribuisce anche l’invaso del Brugneto. Intaccata l’ex discarica di Ottone che ha sparso rifiuti ovunque...Leggi
    25/10/2014 Frane nel territorio del Parco dell’Antola hanno isolato diversi borghi appenninici...Leggi
    25/10/2014 I predatori sono importanti per mantenere in salute gli ecosistemi marini, la loro pesca eccessiva causa depauperamento...Leggi
    25/10/2014 I predatori sono importanti per mantenere in salute gli ecosistemi marini, la loro pesca eccessiva causa depauperamento...Leggi
    25/10/2014 Mose a Venezia, ennesima dimostrazione che le grandi opere in Italia sono ricettacolo di corruzione, malaffare e malcostume...Leggi
    25/10/2014 Rotte navali tra i ghiacci nordici. Dal Canada alla Cina lungo la via marittima di nord-ovest circa 8.000 chilometri in meno ......Leggi
    Created by wp news slider
  • News da Accademia del Monferrato
  • Provincia di Alessandria
    Fondazione CRT
  • Partnership

    • Partner USEMLAB di Torino

      Le vere cause della crisi economica internazionale e del degrado ambientale. Leggete l’esaustiva analisi storica e scientifica esposta da uno ...

    • Patria Montisferrati

      E’ nata da un paio di anni “Patria Montisferrati”, la rubrica storica di Casale News, uno dei siti di informazione ...

    • Partnership con Gevam

      Il Gruppo Gevam Onlus da oltre un anno ha variato denominazione. Il significato dell’acronimo G.E.VA.M. è divenuto “ Gruppo Ecoculturale ...

    • Partnership con la Società Storica Vercellese

      L’Accademia Ambientale del Monferrato (AAM – Gevam Onlus) in partnership con la Società Storica Vercellese (SSV) ha recentemente completato un ...

La Francia ripensa alla Tav. E la Torino-Lione diventa “inutile”

News

La Francia ripensa alla Tav. E la Torino-Lione diventa “inutile”
Fonte: L’Indipendenza, Quotidiano on line http://www.lindipendenza.com
La Francia intende riesaminare ed eventualmente rinunciare a dieci progetti di linee ferroviarie ad alta velocità, tra cui la Torino-Lione: è quanto riporta Le Figaro. “Lo Stato ha previsto una serie di progetti senza averne fissato i finanziamenti. Il governo non avrà altra scelta che rinunciare ad alcune opzioni”, ha dichiarato al quotidiano francese il ministro del Bilancio, Jerome Cahuzac.
Secondo il giornale, sotto esame anche la Torino Lione, a causa del costo elevato (12 miliardi) e del calo del traffico merci. Nella hit-parade delle linee ad alta velocità minacciate dai tagli della crisi, ci sono – tra l’altro – la Nizza-Marsiglia e la Torino-Lione, scrive ancora Le Figaro. In particolare, aggiunge il quotidiano, quest’ultima sarebbe “squalificata per il suo costo”. Ma anche dal calo registrato nel “trasporto merci, sceso a quattro milioni di tonnellate su quella tratta, contro gli undici milioni di tonnellate vent’anni fa, non gioca a favore di quel progetto”.
Clini: “Non mi risultano ripensamenti da parte francese”
Per il ministro dell’Ambiente, non c’è nessun ripensamento ufficiale sulla Tav Torino-Lione. “C’è un Comitato intergovernativo italo-francese che lavora su questo. Se verrà posto un problema di questo tipo ne parleremo. Ma non mi risulta” ha spiegato infatti Corrado Clini.
Governo Parigi: “Non trarre conclusioni affrettate”
Sull’eventuale stop del “progetto dell’alta velocità Torino-Lione non bisogna trarre conclusioni affrettate”. Lo riferisce all’Ansa una fonte del ministero del Bilancio francese, spiegando che per il momento non c’è alcuna rinuncia al progetto da parte di Parigi, ma solo “una missione che sta valutando la correttezza degli investimenti pubblici”.
Commissario Tav: “La Francia studia gli interventi come l’Italia”
La Francia sta studiando il “fasaggio” degli interventi sulla propria tratta nazionale della Tav Torino-Lione per selezionare gli interventi indispensabili da quelli differibili nel tempo, come ha già fatto l’Italia: lo riferisce il Commissario straordinario per la Tav, Mario Virano.
Grillo: si accorgono che la Torino-Lione è inutile. Lo diciamo da anni
”In Francia oggi si accorgono che la Torino-Lione e’ inutile. Lo diciamo da anni. E i manifestanti No Tav sono ancora in carcere senza processo”. Lo scrive Beppe Grillo su Twitter. Il fondatore del Movimento 5 Stelle, fortemente contrario alla linea ad alta velocita’ Torino-Lione, afferma: ”Un Paese che ci spreme come limoni butta nel cesso 22 miliardi per un buco inutile? Allora vuol dire che la Tav e’ molto utile a qualcuno”. E ancora, Grillo denuncia: ”I cittadini della Val di Susa vengono trattati alla stregua di terroristi perche’ difendono il territorio dall’insensata Torino-Lione”.

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline