• 23/07/2014 A volte la megalomania cementificatoria colpisce anche le piccole località e ne deturpano l’ANIMA …...Leggi
    23/07/2014 Eternit, il dramma di Casale Monferrato diventa un film...Leggi
    23/07/2014 Il Monte delle Tane nell’appenino delle 4 province in Alta Val Trebbia è stato deturpato da lavori discutibili...Leggi
    23/07/2014 Il Parco nazionale svizzero nel Canton Grigioni, compie 100 anni. Il primo parco nazionale delle Alpi ......Leggi
    23/07/2014 In Italia sono numerose le brutali pratiche nella gestione del verde pubblico, come evitarle...Leggi
    23/07/2014 La colomba migratrice è un caso eclatante di una specie numerosissima che in pochi decenni si è estinta ......Leggi
    23/07/2014 Non si cementificherà ai piedi del Monte Orfano (BS). Il Comitato locale ha vinto il ricorso al TAR...Leggi
    23/07/2014 Petizione per impedire il Commissariamento dell’Agenzia Conservatoria delle coste della Sardegna .......Leggi
    23/07/2014 Se ami il mare non trasferirti in questi Paesi, sono troppo inquinati...Leggi
    23/07/2014 Senza freni il declino delle riserve ittiche nel Mediterraneo...Leggi
    23/07/2014 Si diffonde l’uso di esche velenose per derattizzare aree urbane, ma il sistema è pericoloso per animali domestici e bambini...Leggi
    23/07/2014 L’isola di plastica individuata nell’Oceano Pacifico è solo l’1% di quella riversata in mare, dov’è finita? ...Leggi
    23/07/2014 175 sostanze chimiche con note caratteristiche di pericolosità vengono utilizzate nelle confezioni per gli alimenti...Leggi
    23/07/2014 Ambiente e salute non possono permettersi il carbone: il caso di Savona...Leggi
    23/07/2014 Continuano i dibatitti sulla discarica di Spinetta Marengo (AL) per le sue criticità ed ambiguità...Leggi
    23/07/2014 I cinghiali ormai sono i principali fruitori dei territori appenninici, il caso dell’Alta Val Trebbia...Leggi
    23/07/2014 In vista dell’EXPO Milano la Cerchia dei Navigli sarà a velocità ridotta, cioé ZONA30...Leggi
    23/07/2014 La missione di Legambiente Goletta Verde rivela le criticità dei laghi laziali dovute ad inquinamento ......Leggi
    23/07/2014 Per le scorie servono siti permanenti. In Italia abbiamo solo depositi temporanei pericolosi: Saluggia ......Leggi
    23/07/2014 Polo chimico di Spinetta Marengo, il Pubblico Ministero chiede la condanna degli otto imputati a .......Leggi
    23/07/2014 Si sospetta che anche per la rarefazione delle rondini la causa sia la stessa che per le api, i pesticidi neonicotinoidi...Leggi
    23/07/2014 Un canale transoceanico finanziato dai cinesi sarà costruito in Nicaragua sfruttando il bacino del lago omonimo...Leggi
    Created by wp news slider
  • News da Accademia del Monferrato
  • Provincia di Alessandria
    Fondazione CRT
  • Partnership

    • Partner USEMLAB di Torino

      Le vere cause della crisi economica internazionale e del degrado ambientale. Leggete l’esaustiva analisi storica e scientifica esposta da uno ...

    • Patria Montisferrati

      E’ nata da un paio di anni “Patria Montisferrati”, la rubrica storica di Casale News, uno dei siti di informazione ...

    • Partnership con Gevam

      Il Gruppo Gevam Onlus da oltre un anno ha variato denominazione. Il significato dell’acronimo G.E.VA.M. è divenuto “ Gruppo Ecoculturale ...

    • Partnership con la Società Storica Vercellese

      L’Accademia Ambientale del Monferrato (AAM – Gevam Onlus) in partnership con la Società Storica Vercellese (SSV) ha recentemente completato un ...

Nessuna apertura regionale su finanziamenti e organici, si annuncia un autunno molto caldo per i parchi piemontesi

News

Nessuna apertura regionale su finanziamenti e organici, si annuncia un autunno molto caldo per i parchi piemontesi
Fonte: Inalessandria, Quotidiano on line della Provincia di Alessandria, http://www.inalessandria.it
Pubblichiamo integralmente il comunicato giunto in redazione e inviato dall’ufficio stampa Cisl Piemonte.
Trovare i soldi per i parchi del Piemonte e confermare i contratti di lavoro del personale a tempo determinato in servizio negli Enti di gestione. Queste le rassicurazioni e gli impegni presi dall’assessore regionale William Casoni – poco più di tre settimane fa – con le Organizzazioni sindacali e i dipendenti dei parchi in un incontro nella sala Viglione del Consiglio regionale, alla presenza di numerosi consiglieri e del presidente Valerio Cattaneo.
Lo stesso assessore assicurava poi ai sindacati la convocazione a breve di un tavolo regionale di trattativa per affrontare i problemi conseguenti alla Legge regionale che ha accorpato gli Enti.
A oggi nessuna convocazione è arrivata alle Organizzazioni sindacali e – nel corso di un incontro con i direttori dei parchi – Casoni ha affermato che non acconsentirà ad alcuna nuova assunzione né alla proroga dei contratti a tempo determinato, rimangiandosi tutte le promesse fatte in sede di audizione.
Nello stesso incontro, l’assessore ha annunciato che i parchi dovranno fare sistema condividendo le risorse economiche in una sorta di “vaso comunicante” affinché tutti i parchi possano avere le risorse economiche necessarie al loro funzionamento. Un “avanzo” di bilancio in un parco, ad esempio, dovrebbe compensare le minori risorse di un altro. A questo aggiungiamo che – perfino in anticipo sulla spending review – sono già state emanate le direttive per il taglio dei buoni pasto del personale dipendente e sono state prorogate le Posizioni Organizzative in essere, senza alcun confronto con le parti sindacali, necessario quantomeno a riordinare la materia. L’assessore quindi mente a se stesso, alle Organizzazioni sindacali, alle lavoratrici e ai lavoratori e – cosa istituzionalmente gravissima – ha mentito al Presidente del Consiglio e ai Consiglieri regionali.
“Noi, invece, quando prendiamo un impegno – dicono Luca Quagliotti (Fp Cgil), Roberto Loiacono (Fp Cisl) e Antonio Di Capua (Fpl Uil) – lo manteniamo. Si annuncia un autunno molto caldo per i parchi piemontesi: pronti a scendere nuovamente in piazza in difesa del proprio posto di lavoro e di un sistema – quello dei parchi del Piemonte – vero gioiello della nostra Regione fintanto che, purtroppo, l’assessore “Casocchio” non ci ha messo le mani”.

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline