• 23/08/2014 Appello per i parchi regionali del Piemonte ...Leggi
    23/08/2014 Lombardia sempre peggio: oltre al cemento arriva la legge “Ammazzaforeste” ...Leggi
    23/08/2014 5 nni dopo il grande incendio boschivo che ha devastato la Sardegna al processo non siamo neppure ......Leggi
    23/08/2014 Il CFS rischia di essere smembrato, sarebbero ben altri gli enti inutili su cui intervenire …...Leggi
    23/08/2014 In difesa dei Giardini Reali di Torino: NO al parcheggio sotterraneo!...Leggi
    23/08/2014 L’ Università di Siena, in collaborazione con la Marina Militare, analizzerà le foci del Tevere e dell’Arno ......Leggi
    23/08/2014 Sintesi dell’Annuario dei dati ambientali e del Rapporto Rifiuti dell’Ispra...Leggi
    23/08/2014 Terzo Valico. Si è conclusa la mattinata di tensione tra manifestanti No Tav e forze dell’ordine...Leggi
    23/08/2014 «No allo smembramento del Corpo Forestale dello Stato». Lettera delle associazioni a Parlamento e Governo...Leggi
    23/08/2014 Certe epidemie sono dovute ad eventi casuali e non a mutazioni genetiche o particolare virulenza...Leggi
    23/08/2014 La quantità di mercurio negli oceani è triplicato durante l’era industriale...Leggi
    23/08/2014 Polveri sottili che innescano Malattie, nanopatologie, scie chimiche, trattamento dei rifiuti, uranio impoverito… ...Leggi
    23/08/2014 Sabato 20 settembre a Roma l’assemblea nazionale del Forum Salviamo il Paesaggio...Leggi
    23/08/2014 Si stima che ogni secolo e mezzo una potente tempesta solare potrebbe colpire la terra, stavolta con gravi danni...Leggi
    23/08/2014 Sono in commercio le tegole antismog...Leggi
    23/08/2014 Un’idea dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics per scoprire forme di vita aliene ......Leggi
    Created by wp news slider
  • News da Accademia del Monferrato
  • Provincia di Alessandria
    Fondazione CRT
  • Partnership

    • Partner USEMLAB di Torino

      Le vere cause della crisi economica internazionale e del degrado ambientale. Leggete l’esaustiva analisi storica e scientifica esposta da uno ...

    • Patria Montisferrati

      E’ nata da un paio di anni “Patria Montisferrati”, la rubrica storica di Casale News, uno dei siti di informazione ...

    • Partnership con Gevam

      Il Gruppo Gevam Onlus da oltre un anno ha variato denominazione. Il significato dell’acronimo G.E.VA.M. è divenuto “ Gruppo Ecoculturale ...

    • Partnership con la Società Storica Vercellese

      L’Accademia Ambientale del Monferrato (AAM – Gevam Onlus) in partnership con la Società Storica Vercellese (SSV) ha recentemente completato un ...

Una campagna lanciata da Legambiente. I fiumi in secca sono conseguenza del mancato rispetto del rilascio del deflusso minimo da parte dei gestori degli impianti idroelettrici.

News

Una campagna lanciata da Legambiente. I fiumi in secca sono conseguenza del mancato rispetto del rilascio del deflusso minimo da parte dei gestori degli impianti idroelettrici.
Fonte: CIPRA/AlpMedia, Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi http://www.cipra.org/it
Una campagna lanciata da Legambiente per monitorare fiumi e torrenti alpini e segnalare lo stato di degrado dovuto a prelievi idrici eccessivi.
I fiumi in secca, soprattutto d’estate, sono la conseguenza del mancato rispetto del rilascio del deflusso minimo da parte dei gestori degli impianti idroelettrici.
La stagione estiva evidenzia lo stato di magra di fiumi e torrenti; alla carenza di precipitazioni del periodo si aggiungono prelievi a scopi irrigui o di produzione idroelettrica. Le conseguenze sono la distruzione di ecosistemi, il peggioramento della qualità delle risorse idriche, la compromissione di paesaggi fluviali e l’impossibilità di usi sociali, ricreativi e culturali dei corsi d’acqua. In molti casi non vengono rispettate le leggi che prescrivono il rilascio di un certo quantitativo d’acqua (DMV-Deflusso Minimo Vitale) a valle delle derivazioni irrigue o idroelettriche. Allo scopo di monitorare e denunciare quelle situazioni in cui fiumi o torrenti vengono privati di tutta o quasi l’acqua, Legambiente, con il sostegno di altre associazioni tra le quali la CIPRA Italia, ha lanciato la campagna “Fiumi senz’acqua 2012″ attraverso la quale, con il contributo di singoli cittadini e associazioni che segnaleranno casi di eccessivo sfruttamento o di mancato rilascio, portare a conoscenza delle autorità competenti e sollecitare maggiori controlli e provvedimenti di tutela dei corsi d’acqua. Per partecipare ala campagna, che riguarda tutte le regioni alpine italiane, è opportuno segnalare mediante apposita scheda situazioni in cui i corsi d’acqua sono in asciutta o con evidente carenza idrica.
Ulteriori informazioni e scheda di segnalazione sul sito: www.legambientepiemonte.it/fiumiinsecca.html

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline